I migliori 10 consigli per un orgasmo intenso nella masturbazione femminile


Leggi questi 10 trucchi sulla masturbazione e potresti scoprire che non hai bisogno di un uomo per soddisfarti. Si molte donne sono ancora titubanti sulla masturbazione: la negano, è un tabù, è un senso di colpa e quindi non vogliono “sporcarsi” con questa pratica, perdendo una delle gioie più grandi, più soddisfacenti della vita. Ma lo stesso discorso vale anche per quelle donne che si masturbano….male: non farlo nella maniera corretta è essa stessa una privazione. Vediamo quali sono i 10 migliori consigli per una masturbazione di grande qualità e che ti porti ad altezze inesplorate.

1) La Location Il miglior momento per darsi piacere è in effetti…sempre! Ma ovviamente il posto dove farlo è importante: se vuoi masturbarti con relax e lasciarti andare ad una grandiosa fantasia erotica, devi essere certa che nessuno ti disturbi, o che ti guardi. Trovare una location lontana dalle distrazioni per avere la massima privacy: per molte donne è la camera da letto o il bagno anche perché magari sono donne che amano gridare durante la masturbazione e quindi bisogna anche essere sicure di non essere ascoltate.

2) Entrare in sintonia. Prima di masturbarsi è sempre importante creare l’atmosfera giusta ed è essere “pronte”: se il tuo ragazzo o marito ti eccita e ti fa venire voglia con baci e carezze, ad esempio, così per masturbarsi bene c’è bisogno di entrare in una giusta atmosfera con te stessa. Potresti accendere delle candele per un’ambientazione particolare, spalmarti delle creme o lozioni sul tuo corpo per “scaldarti”, potresti avere in sottofondo della musica adatta, magari fare un po’ di movenze sexy di fronte allo specchio. Dipende da persona a persona, quindi eccitarsi da sole può richiedere anche un po’ di tempo, ma è fondamentale sentirsi comode e soprattutto pronte con se stesse. Nessuna timidezza.

3) Letteratura erotica. Mentre alcune donne si stendono a letto, chiudono gli occhi e partono con le fantasie erotiche, altre possono avere un po’ più di difficoltà. Ti può tornare utile la lettura di un libro erotico: non proprio pornografia diretta, ma un libro erotico che ti possa stuzzicare la mente e accendere il motore della fantasia. La disponibilità di letteratura erotica è vasta: se non hai mai provato, allora questa è la volta buona e credici che un racconto erotica è in grado di stimolarti in maniera eccezionale…le tue dita non la smetteranno di lavorare.

4) Porno. Se la letteratura erotica ti annoia e non ti scomponi per qualche cosa di più forte e diretto, allora tira fuori il tablet o accendi il pc per andare dritti ai filmati porno! Scegli quello che meglio ti rappresenta e ti da più eccitazione: la vasta scelta del porno è così imbarazzante che qualche volta mi ci perdo anche io un po’ troppo…ma è divertente non lo nego! Guardando cose diverse si impara a scegliere la migliore scena per avere l’orgasmo intenso ed appagante che si cerca sempre. Anche qui, la timidezza…no grazie.

5) Lubrificante. Se hai problemi a bagnarti…o anche ad arrivare all’orgasmo, potresti scegliere di usare del lubrificante per aiutare la tua vagina: il lubrificante non solo aiuta nel sesso di coppia, ma è perfetto anche per la masturbazione dandoti un’esperienza molto sensuale. Ci sono lubrificanti a base di acqua, ci sono olii, con e senza profumo che può attraverso l’olfatto accenderti la miccia del desiderio. Scegli e sperimenta quello che ti da più sicurezza e poi usalo per darti un potente e meritato orgasmo.

6) Uso e giochi con l'acqua. Se il lubrificante non ti piace come idea o non fa al tuo caso, allora prova con qualche gioco d’acqua: lo scorrere dell’acqua sotto la doccia, o in vasca da bagno magari con l’idromassaggio. I gettiti sono piacevoli stimolatori delle zone erogene in particolare quella clitoridea: un’ottima idea per scaldarsi un po’…

7) Clitoride. Ovviamente! La clitoride è quella meravigliosa parte dell’anatomia femminile che se stimolata nella giusta maniera vi porterà orgasmi che sono una meraviglia della natura e che ci fa andare fuori di testa. Quando vi masturbate non dimenticatevi della clitoride e toccatela, stimolatela, pizzicatela…giocateci il più possibile con gentilezza o anche con la giusta rudezza: è il gioco della conoscenza e solo con una assidua attività capirete quanta pressione metterci.

8) Punto-G. Oltre a questo punto magico, sapete bene che cercare il Punto-G è un’altra delle attività da provare perché trovarlo facilmente diventa il modo migliore per avere altri intensi orgasmi. Stimolandovi dentro la vagina con una o più dita, utilizzando la tecnica del “vieni qui” sentirete il vostro punto-g e la stimolazione gentile o con più forza ti permetterà di capire l’intensità migliore per te.

9) Inserire Sextoys. Se hai voglia di una masturbazione con un’esperienza diversa e se vuoi stimolarti con un oggetto, allora puoi pensare ad usare i sextoys: ne troverai tanti, ma di certi avere come amico un vibratore è sempre una cosa consigliata. Se sei alle prime armi con i sextoys, quello che consiglio sempre è un vibratore con diverse velocità di vibrazione e allo stesso tempo con diverse modalità di vibrazione. Questo per darti più opportunità di scelta: ognuna di noi è sensibile in maniera differente e quindi anche le vibrazioni bisogna provarle e scegliere la migliore per te stessa. Oppure puoi scegliere un bel dildo che ormai hanno raggiunto qualità elevate e sono realistici e ben definiti da soddisfarci in maniera perfetta: anche qui la scelta sulle dimensioni anche perché i big dildo sono molto richiesti e prodigiosi per l’orgasmo, ma la scelta è sempre soggettiva. Potresti pensare anche ad un dildo doppio, sì perché la masturbazione coinvolge anche la zona anale: l’orgasmo con la stimolazione anale è un’esperienza impagabile.

10) Padroneggiare la tecnica. Quando l’ambiente scelto è perfetto, l’atmosfera anche, magari ti sei procurata un sextoy, da questo momento si tratta di maneggiare le tecniche di masturbazione per farti avere i climax migliori. Quindi la conoscenza della tua anatomia, della tua vagina, dove sei più sensibile e dove lo sei meno sono aspetti fondamentali.

  1. Classica: è semplice perché devi usare quattro dita per masturbarti l’esterno della vagina e la zona clitoridea con movimenti avanti e indietro o dando dei colpetti rapidi.
  2. Stimolare lo U-Spot: con due dita stimolare in parte la zona clitoridea e poi dentro la vagina usando la tecnica "vieni qui" facendo movimenti rapidi
  3. La tecnica Featherlite: ideale per le donne che sono ipersensibili nella zona clitoridea e la pressione diretta e forte può diventare dolorosa. Questa tecnica consiste nel fare pressioni molto leggere sulla punta della clitoride in maniera molto molto dolce.
  4. Fingering è un altro modo per avere climax spettacolari: una o più dita dentro la vagina, bagnando le dita con saliva o usando lubrificanti, per aiutare la penetrazione. Tecnica semplice e l’importante è non dimenticarsi di cercare il Punto-G: questo ti permetterà di avere un proseguio di giornata molto paicevole….

Related Posts


Lascia un commento


I commenti sono moderati prima della pubblicazione