Electro-Sex al posto del Sadomaso?


Tradotto dall'articolo di Zoe Cormier per Daily Beast 

Benvenuti nel mondo della elettrostimolazione erotica, nota come “electroplay” o “electrosex”. Via lubrificanti, sex toy e costumi, si passa al livello sensoriale successivo con “butt plug” elettrificati, morsetti per i capezzoli, e il kit “e-stim” che trasforma la coppia in un circuito con elettrodi e cuscinetti adesivi. La sensazione è totalmente diversa da quella data da un vibratore, un solletico che genera brividi, una carica che arriva in punti insospettabili. Un tempo la pratica riguardava solo la comunità BDSM ma ora è in aumento nelle coppie “vanilla”, che decidono di rendere più trasgressivi gli incontri sessuali, infatti il kit “e-stim” negli ultimi due mesi ha registrato un aumento del 75%, dopo quello del 70% già registrato nel 2015. I dispositivi esistono da molto tempo, ad esempio quelli che si usavano negli anni ’70 per tonificare i muscoli addominali, o quelli che nel 1920 chiamavano “violet wand”, giocattolini elettrici usati da chi faceva massaggi erotici. Ora c’è il boom e si usano nuovi materiali, tipo morbido silicone al posto del metallo, che era eccellente conduttore ma faceva paura, e prodotti dal design elegante ed ergonomico.
 
Fino ad otto anni fa sembrava di essere in un laboratorio scientifico, con fili e pulsanti dappertutto, ora è facile come usare un telecomando. Sono soprattutto gli uomini a sottrarre la pratica alla clandestinità e a portarla alla luce. Forse perché, biologicamente, la sola vibrazione non li conduce all’orgasmo: invece la stimolazione elettrica, anche senza partner, li porta a raggiungere il climax senza dover nemmeno usare le mani. I kit creati da “Lovehoney” sono per le coppie, connesse, unite fino a creare un circuito elettrico. La pelle conduce la corrente. Si può stare seduti accanto al partner, legati da fili, e non sentire niente finché non ci si tocca. Si condivide insieme quel brivido, quel solletico. Non è una macchina da letto, ma un altro modo per stimolare sensazioni naturali. Non fa male, a meno che non lo si voglia, e quello riguarda le coppie più estreme. Ad esempio è molto popolare il suono elettrificato inserito nell’uretra. Nick Hind a Londra restaura i “violet wand” dello scorso secolo e li rivende a chi cerca qualcosa di più potente dei prodotti odierni. I nuovi sono belli da vedere, ma meno potenti dei vintage e parliamo di 35 watt contro gli attuali 5. Quei dispositivi erano nati per fare massaggi alle spalle e alla schiena, ma la gente li applicava anche sui genitali. Certo, con entrambi i tipi, bisogna saper dosare il voltaggio, sennò si fa la fine della rana alle lezioni di scienza. Comunque “il fattore paura” è parte del gioco, è quello che eccita.
 
Cosa ci aspetta nel futuro prossimo? Prodotti colorati, al posto dell’attuale grigio e nero, con porte USB per collegarsi a internet o wireless per gli esibizionisti che vogliono “elettrogiocare” all’aria aperta. La gente comincia a capire che l’orgasmo non è solo genitale ma riguarda tutto il corpo.

Sexy Vibes

Guarda i nostri prodotti Electro-Sex all'interno dello Store!

Take a look at our Electro-Sex items in our Store!

Related Posts


Lascia un commento


I commenti sono moderati prima della pubblicazione